INGREDIENTI
Per la torta

300  gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
150 gr di zucchero
150 gr di Vallé
3 uova a temperatura ambiente
30 gr di cacao amaro
2 cucchiaini di caffè liofilizzato
50 ml di latte
1 bustina di vanillina
Per la farcitura

100 m di Caffè Lavinia
50 ml di acqua
80 gr di zucchero
dai 2 ai 5 cucchiai di rhum (a piacere)
Per la crema

250 ml di panna liquida, ben fredda
200 gr di cioccolato fondente
50 gr di zucchero

Accendete il forno a 180 gradi. Foderate il fondo di uno stampo a cerchio rimovibile (22 cm diametro) e ungete i bordi. Mescolate farina, lievito, cacao e Caffè Lavinia e setacciate (per setacciare il caffè schiacciatelo con le dita sul setaccio per polverizzarlo). A parte, lavorate Vallé.. naturalmente con zucchero e vanillina fino ad ottenere un composto morbido
Unite un uovo alla volta amalgamando bene prima di passare al successivo. Unite la farina poca per volta e ammorbidite col latte quando il composto diventa asciutto
Versate nello stampo e infornate per 45-50 minuti (fate la prova stecchino). Sfornate, attendete ¼ d’ora, poi sformate con cautela e mettete a raffreddare sulla gratella
Quando la torta è fredda potete decorarla. Preparate lo sciroppo versando il Caffè Lavinia, l’acqua e lo zucchero in un pentolino. Portate a ebollizione e lasciate sobbollire per 2-3 minuti, spegnete e lasciate raffreddare leggermente. Nel frattempo, spezzettate il cioccolato, fate sciogliere a bagnomaria e mettete da parte a raffreddare
Montate leggermente la panna con un frullino a mano (deve rimanere morbida, non troppo montata), unite lo zucchero e frullate il poco che basta ad amalgamare. Unite il cioccolato fuso alla panna e mescolate rapidamente con delicatezza, con un movimento dal basso verso l’alto
Aggiungete il rhum allo sciroppo e mescolate. Tagliate la torta a metà e spennellate lo sciroppo, farcite con 1/3 della crema, ricomponete la torta e decorate con la crema rimasta (anche sui bordi). Mettete in frigo almeno per un’ora. Prima di servire, spolverate con cacao in polvere.